I classici del design affiancano un divano moderno che fa rivivere il brio degli anni cinquanta: retrò di successo firmato da Fritz Hansen.

Look retrò

Non ci conosciamo? Il vecchio diventa improvvisamente nuovo.

Poltrone avvolgenti, colori neon, motivi vistosi, mobili imbottiti dal sapore nostalgico: I designer di oggi mischiano vivaci citazioni dagli anni cinquanta fino ad arrivare ai settanta. Un trend che, nel nostro presente frenetico, risveglia una sensazione di familiarità e sicurezza: noi la conosciamo, perché noi c'eravamo! Non sempre, tuttavia sempre più spesso.

La tendenza ha avuto inizio alcuni anni fa con la riscoperta della "lava lamp" e da allora si è estesa in diversi ambiti. A trarre vantaggio da questa ondata nostalgica non sono soltanto rigattieri e case d'aste, ma anche tantissimi commercianti online e arredatori. Ciò che prima era considerato antiquariato moderno oggi si chiama retrò o, a voler essere più sofisticati, "mid-century modern", secondo la definizione anglosassone. Forme organiche, motivi grafici e strutture che spesso si fanno gracili comunicano quella leggerezza ritrovata nel primo dopoguerra nonché le peculiarità degli stili artistici moderni ed astratti. Il richiamo agli "swinging sixties" è palese.

La giusta mescolanza crea lo stile

Marrone, verde, arancione... L'essenziale è mescolare bene. Più che essere celebrato allo stato puro, il look retrò trova la sua espressione migliore sotto svariate influenze. Ne deriva un mix di stili che alcuni definiscono eclettico. La stessa definizione, una delle creative di maggiore successo di oggi, la attribuisce al suo stile: Patricia Urquiola, l'esuberante designer che, in collaborazione con Axor, ha progettato un bagno femminile e ricco di sfaccettature per la collezione Axor Urquiola.

Il trend del retrò non ha contagiato soltanto gli arredatori. Anche altri settori riportano alla luce forme già sperimentate: ne sono un esempio le automobili, che reinterpretano i classici del passato, oppure le Web radio, che somigliano alle vecchie radio portatili. Anche la riscoperta degli occhiali di corno e delle carte da parati vistose rientra in questo gusto retrò. Si possono citare molti esempi di produttori che riesumano dal loro bagaglio progetti classici, rinnovandoli semplicemente con nuovi ed insoliti colori. Oggetti datati appaiono improvvisamente freschi e ringiovaniti: Il vecchio diventa nuovo.

Internet non dimentica

Grazie agli innumerevoli blog dedicati agli interessi più svariati, internet offre una gran quantità di esempi pertinenti e di riscoperte. Date un'occhiata qui, ad esempio: 
http://my-retrospace.blogspot.com/
http://www.retro-shop.org./

Il retrò fa tendenza

Immagini
  • nnnPoltrona imbottita in arancio: perfetta interprete delle tendenze retrò.
  • Una Web radio si nasconde sotto le vesti di una vecchia radio portatile degli anni cinquanta.
  • Lampada a stelo in un design classicheggiante, sobrio e minimalista, presentata da Lumini.
  • Decorazione vistosa sulla carta da parati, con motivi grafici di dimensioni importanti.
  • Piccola cassettiera con frontale nei colori neon giallo e verde.
  • Mobile da bagno impiallacciato in legno con lavabo ad appoggio di Duravit combinato con un miscelatore Axor Citterio.
  • Cordless in stile anni sessanta. Quando i telefoni avevano ancora forcella e disco di selezione...
  • Catino e vasca della collezione bagno Axor Urquiola.
  • Le nuove carte da parati con grandi decorazioni floreali citano i motivi del passato.
  • Lampadario in vetro dalle forme arrotondate, ispirato ai lampioncini asiatici. © foscarini

Hansgrohe utilizza i cookie al fine di garantirvi un servizio ottimale. Se desiderate proseguire nella navigazione di questa pagina senza modificare le vostre impostazioni, accettate l'utilizzo dei cookie.

   

OK