AquaTektur 2 a Cuba – un workshop sul bagno di Axor

Scarica Flash Player qui (linked)

AquaTektur #2 – Case d'acqua

19 studi d'architettura elaborano nuove idee assieme ad Axor

L'Avana 2003 Alla ricerca di nuovi concetti per l'abitazione, l'architettura e l'acqua: 19 architetti provenienti da sette Paesi differenti si sono incontrati nel 2003 su invito di Axor per il secondo brainstorming AquaTektur a L'Avana. Indipendentemente dall'obiettivo di costruzione o dallo sviluppo del prodotto il workshop puntava allo sviluppo di idee nuove e anticonvenzionali: sul vivere e abitare con l'acqua e sull'acqua in generale. I creativi hanno sfruttato l'inconsueto spazio di manovra loro concesso per elaborare le più svariate interpretazioni, come i 19 progetti presentati alla fine del workshop. Così la serie di manifestazioni Axor AquaTektur iniziata nel 2002 si è di nuovo rivelata un'entusiasmante, architettonica ricerca di base. 

Vivere sull'acqua

Megacittà, sovraffolamento, problemi ambientali in tutti i continenti - non è forse giunto il momento di riscoprire le superfici acquatiche come spazi abitativi e vitali? Una serie di progettisti hanno abbozzato visioni abitative su un "atollo", in torri sull'acqua o sotto forma di una "Floating City". Anche la trasformazione di piattaforme petrolifere in disuso in sistemi abitativi è apparsa come un'idea realizzabile. Mentre il primo workshop 2002 poneva al centro dell'attenzione la creazione della sala da bagno, in questo caso gli architetti hanno preso "distanza" dall'oggetto, inserendo il loro personale concetto di bagno in un'idea più ampia. 

Rigenerante e autarchico

Oltre a riflessioni di tipo architettonico e urbanistico, in molti casi sono emersi anche punti di vista "verdi" nella progettazione di edifici. Le proposte di ispirazione ecologica hanno spaziato da un tipo di abitazione autarchica che utilizza il riciclaggio delle acque grigie, a un sistema idrico lowtech fino alla "sponge house" la cui caratteristica principale è l'accumulo dell'acqua. Ulteriore argomento di discussione sono stati anche l'approvvigionamento autarchico di energia e l'integrazione della natura dell'edificio abitativo tramite livelli intermedi simili a giardini. 

AquaTektur 2: tutti i partecipanti

Joachim Zais, gmp Architekten di Gerkan, Marg e Partner, Amburgo
Albert Hans Dietz, Dietz Joppien, Architekten, Francoforte (M.)
Sebastian Jehle, Hascher Jehle Architekten, Berlino
Philipp Auer, Auer + Weber + Architekten, Monaco/Stoccarda
Daniel Kas, RKW Rhode Kellermann Wawrowsky Architektur + Städtebau, Düsseldorf
Oliver Kühn, Gevers Kühn und Kühn Architekten, Berlino
Andreas Ramseier, Ramseier & Associates Ltd, Zurigo
Werner Schmidt, Atelier Werner Schmidt, Trun
Fabio Novembre, Studio Fabio Novembre, Milano
Andrea Marcante, UdA Architetti Associati, Torino
Jordi Torres Soca, Torres & Torres, Barcelona
Rosa Rull Bertran, ADD+Arquitectura, Barcelona
Alison Brooks, Alison Brooks Architects, Londra
Simon Fraser, Hopkins Architects, Londra
Heinz Richardson, Jestico + Whiles + Associates, Londra
Kenneth H. Drucker, Hellmuth, Obata + Kassabaum Inc., New York
Susan T. Rodriguez, Polshek Partnership Architects LLP, New York
Arnold Lee, HLW International LLP, New York
James Christopher Gibson, Denton Corker Marshall PTY Ltd, Hongkong

Hansgrohe utilizza i cookie al fine di garantirvi un servizio ottimale. Se desiderate proseguire nella navigazione di questa pagina senza modificare le vostre impostazioni, accettate l'utilizzo dei cookie.

   

OK